Laudat

Categorie
# canto: 127

In notte placida


In notte placida, per muto sentier,
dai campi del Ciel discese l’Amor,
all’alme fedeli il Redentor!
Nell’aura è il palpito d’un grande mister:
del nuovo Israello, è nato il Signor,
il fiore più bello dei nostri fior!

Cantate, o popoli, gloria all’Altissimo:
l’animo aprite a speranza e amor!

Dormi non piangere, Gesù diletto,
dormi non piangere, mio Redentor,
mio Redentor.
Quegli occhi amabili, bel pargoletto,
t’affretti a chiudere
nel fosco orror, nel fosco orror.

Tu il sonno, o Vergine, chiama col canto,
se il sonno a giunger tardò finor.
E ti accompagnino le avène intanto
di un solitario e vecchio pastor.

In notte placida, ...

list pin search more_vert